Hei, tu! Hai Midollo? – Edizione 2014

 Eventi  Commenti disabilitati su Hei, tu! Hai Midollo? – Edizione 2014
Set 062014
 

Ehi, tu! Hai Midollo?

27 Settembre 2014

Paganica (AQ) – Villa Comunale

 

Volantino admo abruzzo e vip terni 2014

Link galleryLink video

Roma, 22 settembre 2014

conferenza stampa “Ehi, tu! Hai midollo?”

 

QUANDO DONI IL MIDOLLO OSSEO, TI SENTI PIÙ VIVO. ANCHE TU

 

Sabato 27 settembre, 80 piazze italiane

coinvolte nella quarta edizione della giornata nazionale di sensibilizzazione

  

L’EVENTO. Giunto alla quarta edizione, torna anche quest’anno l’evento che vede i volontari ADMO (Associazione Donatori Midollo Osseo) e i clown di corsia VIP Italia – insieme con i medici dei centri trasfusionali – scendere in 80 piazze italiane per sensibilizzare i giovani dai 18 ai 35 anni sul tema della donazione di midollo osseo. Grazie alla presenza di emoteche mobili, sarà possibile effettuare un semplice prelievo di sangue (o di saliva, in altri casi) per essere tipizzati e, quindi, inseriti nel Registro nazionale dei donatori di midollo osseo. Come afferma Paola De Angelis, Presidente di ADMO Federazione Italiana: “Il ruolo sociale del volontario ADMO è farsi vicino all’altro per portare avanti, insieme, un nuovo progetto di vita. Con la collaborazione e il supporto di Enti ospedalieri, Istituzioni e realtà scientifiche, da oltre vent’anni l’Associazione persegue questo obiettivo. Ma da quando ha preso vita la giornata nazionale Ehi, tu! Hai midollo? ogni volontario ADMO ha una consapevolezza in più. Il futuro del nostro Paese è da cercare tra i giovani: non quelli che hanno bisogno di mettersi sotto i riflettori per gridare a tutti come vogliono salvare il mondo, ma quei giovani che con un grande gesto d’amore, donando il midollo osseo, cambiano il mondo di un malato”.

E aggiunge Riccardo Castellaro, clown Furbetto dei Pagiassi di Genova, Federazione VIP Italia: “Ogni anno per noi clown si rinnovano l’entusiasmo e la gioia di condividere un progetto così importante con ADMO. La nostra missione solitamente è quella di portare sorrisi nelle situazioni di difficoltà, ma siamo felici di portare avanti un importante messaggio come questo legato alla donazione di midollo osseo. Un altro modo, unico e assolutamente gratuito, di prendersi cura di chi cerca e crede in una speranza di vita, fra quei giovani che possono ancora fare una scelta importante”.

I NUMERI. L’impegno dei volontari ADMO e dei clown di corsia VIP Italia ha permesso alla giornata nazionale di raccogliere migliaia di iscrizioni al Registro italiano dei donatori di midollo osseo, l’IBMDR che ha sede presso l’Ospedale Galliera di Genova. Il prelievo di sangue (o di saliva) che viene effettuato nelle piazze (tecnicamente chiamato “tipizzazione”) permette di avere i dati genetici di ogni potenziale donatore. L’anno scorso sono stati oltre 4.785 i giovani che hanno risposto all’invito lanciato da 70 piazze italiane (dove sono stati tipizzati nelle autoemoteche da personale medico) e 1.311 quelli che hanno promesso di sottoporsi alla tipizzazione in un momento successivo. Numeri in crescendo. Perché nel 2012 i tipizzati erano stati 3.175 (864 le promesse) e l’anno precedente 1.859 i giovani sottoposti al prelievo per la tipizzazione e 973 le promesse raccolte. “La giornata di donazione del midollo osseo – spiega Nicoletta Sacchi, Direttore dell’IBMDRè diventata l’evento chiave, di portata internazionale, per l’informazione e la registrazione di nuovi donatori. Anno dopo anno, con una crescita sorprendente delle piazze coinvolte, il numero di nuovi donatori iscritti è aumentato notevolmente. Attraverso questo evento, molti giovani donatori registrati negli scorsi anni hanno già donato e salvato pazienti in attesa. La speranza, quindi, è di trovare ancora una volta un numero addirittura superiore di persone pronte a compiere questo gesto, sia in Italia sia negli altri Paesi partecipanti. Perché un donatore di midollo osseo può realmente salvare una vita”.

FRANCIA E SPAGNA IN CONTEMPORANEA. L’edizione 2014 si svolge contemporaneamente nelle piazze francesi e spagnole, confermando per il secondo anno consecutivo l’internazionalità dell’iniziativa. “La simultanea mobilitazione di Italia, Francia e Spagna a favore della donazione del midollo osseo – afferma Alessandro Nanni Costa, Direttore del Centro Nazionale Trapiantinon può certamente essere ridotta a una semplice azione simbolica. Tutti e tre i Paesi europei s’impegnano in questa giornata ad aumentare concretamente il numero dei potenziali donatori di cellule staminali emopoietiche. Un’operazione corale per rispondere in modo efficace, nel mondo, a chiunque necessiti di un trapianto. I tre Paesi europei – aggiunge poi Nanni Costa in qualità di Chairman della South Transplant Alliancesono convinti della maggiore efficacia di azioni comuni per reclutare nei rispettivi Registri giovani donatori. Il format prescelto per l’appuntamento del 27 settembre sta riscuotendo nuove adesioni: il Belgio per il Vecchio Continente e il quartiere italiano di Los Angeles per gli Stati Uniti”.

LA STRATEGIA DI COMUNICAZIONE. Quando doni il midollo osseo, ti senti più vivo. Anche tu.” è il messaggio – firmato TBWA\Italia – che accompagnerà la giornata con l’obiettivo di spiegare come, per la maggior parte delle malattie oncoematologiche, non esistano spesso soluzioni mediche, farmacologiche o altro che possano curarle, ma siamo noi esseri umani, attraverso il nostro stesso corpo, a poterlo fare. Filippo Bonifati, Direttore Clienti e responsabile del progetto dichiara che “TBWA è da sempre impegnata nel sostegno di importanti cause sociali in Italia e nel mondo. Quando si è presentata l’occasione di collaborare al progetto ci siamo subito fatti coinvolgere dall’entusiasmo e dalla dedizione dei volontari  ADMO e VIP, mettendo a disposizione tutta la nostra professionalità per la riuscita dell’iniziativa. Siamo orgogliosi di questa collaborazione e fiduciosi che la campagna ideata potrà aiutare gli italiani a superare paure e pregiudizi, perché un piccolo grande gesto di generosità può davvero cambiare la vita non solo di chi riceve ma soprattutto di chi dona“. E Fabrizio Caperna, Direttore Creativo di TBWA\Italia continua: “Progetti come questo hanno qualcosa in più degli altri: la bellezza di poter fare qualcosa di concreto. Per la realizzazione della campagna abbiamo ribaltato la convenzione secondo la quale solo i pazienti che ricevono la donazione provano gratitudine. E i protagonisti sono i donatori, che ringraziano i riceventi descrivendo le emozioni positive che la donazione ha regalato loro e la gratitudine per aver ricevuto così tanto in cambio del loro gesto”.

 

LE INIZIATIVE PARALLELE. Grazie al nuovo messaggio e alla campagna social messi a punto da TBWA Italia, nel Paese si è già creata una fitta rete solidale. A ogni livello. Per esempio, la Lega di Serie A e l’Associazione Italiana Arbitri – su proposta del Presidente Marcello Nicchi – mercoledì 24 settembre faranno scendere in campo gli arbitri con le T-shirt promozionali dell’evento. Inoltre, hanno dato il loro contributo all’evento il calciatore Vangelis Moras, le squadre F.C. Internazionale e F.C. Parma, le campionesse italiane di volley della Nordmeccanica Rebecchi di Piacenza, le ragazze (serie A) del Lavezzini Basket Parma, il nazionale di pallavolo Jack Sintini e Federica Lisi (moglie del campione di volley Vigor Bovolenta), l’olimpionica di atletica Clarissa Claretti. Dal mondo della musica, invece, la cantante Fiorella Mannoia, il duo musicale Zero Assoluto e il gruppo dei Nomadi. Per la televisione, poi, gli attori delle fiction “Braccialetti rossi” e “I Cesaronii”.

Infine, Sky Cinema per sensibilizzare gli animi sulla donazione, nella serata del 27 settembre (canale Passion) manda in onda due film incentrati su questi argomenti: prima “Bianca come il latte, rossa come il sangue” e, a seguire, “So che ci sei”.

La giornata è organizzata da ADMO Federazione Italiana e VIP Italia ONLUS in collaborazione con CNT Centro Nazionale Trapianti e IBMDR, il Registro nazionale dei donatori di midollo osseo.